a cura di: Thornton Anna Maria , Grossmann Maria

La formazione delle parole

Atti del XXXVII Congresso Internazionale di Studi della Società di Linguistica Italiana. L’Aquila, 25-27 settembre 2003
0 Valutazione
stato: Disponibile
Argomento: Linguistica
Collana: Società di linguistica italiana/48
anno: 2005
, pagine: 562

ISBN: 978-88-7870-093-2
40,00 €
34,00 €
Risparmi:
6,00 €
questo volume è acquistabile anche in capitoli separati accedi all'indice
 Torna a: Società di linguistica italiana

Indice

Paolo Acquaviva, I significati delle nominalizzazioni in -ATA e i loro correlati morfologici.
Dany Amiot-Walter De Mulder, Les préfixes avant et sur en français et les chemins de grammaticalisation.
Emanuele Banfi, Formazione delle parole in cinese mandarino e questioni di deriva tipologica.
Paola Benincà-Nicoletta Penello, Il suffisso -anzai-enza tra sincronia e diacronia.
Antonietta Bisetto, Analisi di alcune forme derivate irregolari dell’italiano.
Geert Booij, Morphology and the tripartite parallel architecture of the grammar.
Francesco Costantini, Spunti per una classificazione dei casi di rianalisi morfologica.
Maurizio Dardano-Alberto Puoti, Frasi nominali e nominalizzazioni nella stampa e nel telegiornale. Conseguenze testuali e rilevanza pragmatica.
Wolfgang U. Dressler-Gary Libben-Gonia Jarema-Jacqueline Stark-Christiane Pons, Produttività nel processamento di composti: esempi tedeschi con e senza interfissi.
Bernard Fradin, Problemi semantici in morfologia derivazionale.
Gianluca Frenguelli, Nominalizzazione e testualità nella trattatistica del XV secolo.
Rita Fresu, La mia testa è un po’ mattuccia. Gli alterati nella scrittura mistica di S. Gemma Galgani.
Livio Gaeta, Combinazioni di suffissi in italiano.
Claudio Giovanardi, La formazione delle parole nel teatro romanesco tra Otto e Novecento.
Nicola Grandi-Fabio Montermini, Valutativi suffissali e prefissali: un’unica categoria?
Claudio Iacobini, I verbi italiani come base di derivazione prefissale.
Edoardo Lombardi Vallauri, When are phrases “compounds”? The case of Japanese.
Michele Loporcaro, Morfologia ed etimologia: alcuni esempi italo-romanzi.
Judith Meinschaefer, Event-oriented adjectives and the semantics of deverbal nouns in Germanic and Romance. The role of boundedness and the massicount distinction.
Fiammetta Namer, Acquisizione automatica di semantica lessicale in francese: il sistema di trattamento computazionale della formazione delle parole Déri.
Heike Necker, Suffissi alterativi e restrizioni.
Diana Passino, Effetti di minimalità nella fonologia della prefissazione.
Barbara Patruno, I derivati agentivi italiani: varietà, tipicità, specificità.
Elena Pizzuto-Paolo Rossigni-Tommaso Russo-Erin Wilkinson, Formazione di parole visivo-gestuali e classi grammaticali nella Lingua dei Segni Italiana (LIS): dati disponibili e questioni aperte.
Davide Ricca, Al limite tra sintassi e morfologia: i composti aggettivali V-N nell’italiano contemporaneo.
Christoph Schwarze, Gli avverbi in -mente e la separazione tra derivazione e flessione.
Salvatore Claudio Sgroi, Per un modello d’analisi dei suffissati. Il caso dei verbi in -eare, -uare, -sare, -uire, -ùere.
Rossella Terreni, Composti N + N e sintassi: i tipi economici lista nozze e notizia-curiosità.
Federico Vicario, Antonimia verbale e morfologia: il prefisso ri- tra iterativo e reversivo.

Lascia una tua recensione

Lascia una tua recensione
Hai letto questo libro? vuoi lasciare una tua recensione? iscriviti al sito e accedi con il tuo utente e la tua password per scrivere un tuo commento.
Grazie