a cura di: Uva Christian , Wells Paul

n. 16. Dossier: Re-Animation

Dossier. Re-Animation. L’animazione contemporanea tra cinema, televisione, videoarte e nuovi media / Contemporary Animation between Cinema, TV, Video Art, and New Media
0 Valutazione
stato: Disponibile
Argomento: Cinema e spettacolo/Comunicazione e mass-media

ISBN: 978-88-6897-113-7
anno: 2018
, pagine: 248

ISSN: 2038-5536
20,00 €
20,00 €
 Torna a: Cinema e spettacolo

Christian Uva e Paul Wells, Premessa
Valentino Catricalà, Rileggere i miti. Animazione e archeologia dei media
Andrea Rabbito, La realtà liquida delle nuove forme di animazione contemporanea
Giacomo Ravesi, L’impronta e l’immagine animata. L’opera di Leonardo Carrano
Anitha Balachandran, Re-animated Avatar: A Motion-Capture Hero in South Asia
Marco Bellano, Contemporary 3D CG Animation and the “Uncanny Valley”: Estrangements and Returns
Paul Wells, Playing on the Animation Spectrum: Sport and Visualisation
Cristina Formenti, Flourished in Reaction: The Animated Docufiction and Its Growth in “Response” to the Phenomenon of Digitalization
Kyoung-Suk Sung, When Animation Meets Historical Taboo: Remembrance Through the Depiction of Comfort Women in Korean Animated Documentary
Elena Furlanetto e Dietmar Meinel, Kind Dragons and Skinny Vikings: Post- Heroism and the White Savior in How To Train your Dragon (2010)
Christian Uva, «The Origin is the Goal». Pixar and the Re-Animation of American Identity between National and Postnational
Nicoletta Marini-Maio, Ellen Nerenberg,Winxologia: il mondo salvato dalle ragazze?
Chiara Checcaglini, «Tell Me that I’m a Good Person». BoJack Horseman, umani, animali, animazione, dramedy
Sophie Mobbs e Magnus Moar, Standing at the Centre of the Story: Emerging Problems and Opportunities for Animators Migrating from the Traditional Storytelling Frame to the 360 Narrative View
Cristina Jandelli, Attori e star nella GIF culture
Animazione, storia, tecnologie. Conversazione con Giannalberto Bendazzi, a cura di Giacomo Ravesi e Christian Uva

Saggi
Valentina Domenici, Femminismo, blackness e fantasmi del colonialismo. Bande de filles (2014) di Céline Sciamma
Arianna Vergari, L’immagine reminiscente. Messa in scena della memoria e mnemopoiesi cinematografica

Recensioni
Robert Stam con Richard Porton e Leo Goldsmith, Keywords in Subversive Film/Media Aesthetics (Wiley Blackwell, Chichester 2015), di Ilaria A. De Pascalis
Andrea Pinotti, Antonio Somaini, Cultura visuale. Immagini sguardi media dispositivi (Einaudi, Torino 2016), di Elio Ugenti
Frank Burke (a cura di), A Companion to Italian Cinema (Wiley Blackwell, Hoboken 2017), di Andrea Minuz
Murray Smith, Film, Art, and the Third Culture: A Naturalized Aesthetics of Film (Oxford University Press, Oxford 2017), di Valerio Sbrav

dalla premessa

Tra la fine del XX e l’inizio del XXI secolo l’animazione si è andata configurando come l’orizzonte audiovisivo ideale per mettere in atto alcune delle sfide più stimolanti dal punto di vista tecnologico, estetico, narrativo, politico e culturale. Se da un lato infatti le produzioni contemporanee trattengono, traghettandoli ad un nuovo livello di sofisticazione, alcuni elementi fondamentali della tradizione del cinema d’animazione, dall’altro esse continuano a rappresentare un campo di assoluta sperimentazione e innovazione.
A questi due aspetti ha conferito nuova linfa e attualità il fenomeno della digitalizzazione che, come ha sostenuto Lev Manovich, ponendo in primo piano una certa operatività di carattere manuale, ha determinato una sorta di «ritorno alle pratiche paleo-cinematografiche del XIX secolo», quando le immagini venivano dipinte a mano. Se, così, all’inizio del Novecento «il cinema delega queste tecniche manuali all’animazione definendosi come mezzo espressivo basato sulla registrazione», con l’avvento dell’era digitale tali tecniche riconquistano la propria centralità nel processo di realizzazione del film al punto da far sì che il cinema non si possa più «distinguere nettamente dall’animazione»...

Lascia una tua recensione

Lascia una tua recensione
Hai letto questo libro? vuoi lasciare una tua recensione? iscriviti al sito e accedi con il tuo utente e la tua password per scrivere un tuo commento.
Grazie