AA.VV.

Forme del contemporaneo

Performance, scrittura di scena, attore

Biblioteca Teatrale 119-120
NUOVA SERIE
0 Valutazione
stato: Disponibile
Argomento: teatro e critica teatrale

n. 119-120, luglio-dicembre 2016
a cura di Irene Scaturro
anno: 2018
, pagine: 256

ISSN: 0045-1959
22,00 €
22,00 €
 Torna a: Teatro e critica teatrale

Sommari
Nico Garrone, Ferruccio Marotti,
Frammenti di un dialogo interrotto. Dall’Istituto del Teatro al Centro Teatro Ateneo dell’Università di Roma
Aleksandra Jovićević,
How Postmodernity Remembers: Women in Black and Performance of Involuntary Memory
Daniela Sacco,
La Jetztzeit del teatro. L’Orestea della Socìetas Raffaello Sanzio/Romeo Castellucci venti anni dopo
Aldo Roma,
Defamiliarisation and Resignification on the Contemporary Operatic Stage: Claus Guth’s Don Giovanni (2008)
Fabrizio Deriu,
Toronto School’s Influence on the Paradigm Shift from Theater Studies to Performance Studies
Riccardo Frattolillo,
Aldo Braibanti e il teatro come leonardesco diletto
Valentina Venturini,
Intorno al teatro in carcere. Il mondo visto dalla luna. Sette movimenti
Linda Baldassin,
La lunga vita della fotografia tra realtà e palcoscenico. Dal reportage alla scena: due esempi brechtiani
Irene Scaturro,
La formazione dell’attore all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”: l’insegnamento di Wanda Capodaglio

MATERIALI
Maria Grazia Berlangieri,
Alberto Moravia. Un frammento audio inedito dalla Conferenza sul teatro e su Beatrice Cenci promossa dall’Istituto del Teatro dell’Università di Roma (1956)

NICO GARRONE, FERRUCCIO MAROTTI

Frammenti di un dialogo interrotto. Dall’Istituto del Teatro al Centro Teatro Ateneo dell’Università di Roma.
Il saggio è il primo capitolo di un libro-intervista che il critico teatrale di «Repubblica» aveva progettato con il fondatore e direttore del Centro Teatro Ateneo dell’Università di Roma “La Sapienza” Ferruccio Marotti, rimasto interrotto per la prematura scomparsa di Nico Garrone. Questa intervista ripercorre il momento della fondazione del Centro Teatro Ateneo, un organismo interfacoltà voluto dal Rettore Antonio Ruberti nel 1981 per gestire l’attività del Teatro Ateneo. Il saggio ricostruisce il percorso che ha portato alla creazione del CTA, con cui si è realizzato il progetto originario di dare vita a un laboratorio sperimentale per promuovere le discipline dello spettacolo nell’università italiana, chiamando a collaborare grandi personalità del teatro, fra cui Vittorio Gassman, Eugenio Barba, Julian Beck e Judith Malina, Jerzy Grotowski ed Eduardo De Filippo.
Nella seconda parte del contributo viene poi descritto il programma di inaugurazione del Centro Teatro Ateneo nel 1981: “Progetto Artaud, l’utopia del teatro”.


Fragments of an Interrupted Conversation. From the Istituto del Teatro to the Centro Teatro Ateneo of the University of Rome.
This essay is the first chapter of a book-interview that the theatre critic of «Repubblica» had planned to write together with Ferruccio Marotti, the founder and director of Centro Teatro Ateneo (CTA) of the University of Rome “La Sapienza”. The project of the book was interrupted due to the premature death of Nico Garrone. This interview recalls the foundation of Centro Teatro Ateneo, an interfaculty institution that in 1981 Dean Antonio Ruberti deemed as necessary to organise the theatrical activities of Teatro Ateneo. The essay retraces the journey leading to the creation of CTA. The activities carried out by the Centre made it possible to create an experimental model for promoting performing arts disciplines in Italian university, in collaboration with famous theatre personalities, such as Vittorio Gassman, Eugenio Barba, Julian Beck and Judith Malina, Jerzy Grotowski and Eduardo De Filippo.
The second part of this essay describes the inaugural program of Centro Teatro Ateneo in 1981: “Progetto Artaud, l’utopia del teatro”.

Lascia una tua recensione

Lascia una tua recensione
Hai letto questo libro? vuoi lasciare una tua recensione? iscriviti al sito e accedi con il tuo utente e la tua password per scrivere un tuo commento.
Grazie